Insetticidi elettrici da esterno: dai una scossa alle zanzare!

Molti avranno passato le loro serate estive al suono di sfolgoranti schiocchi generati dagli stermina insetti con neon azzurro e grigia elettrificata. Fortunatamente, nel corso degli anni, questi apparecchi si sono evoluti e hanno beneficiato di continui aggiornamenti tecnici. Ora, i suddetti dispositivi funzionano per mezzo di luci di vario tipo, come LED, ultravioletti, infrarossi, oppure emettono calore, altrimenti sono dotati di piastre fotovoltaiche per l’emissione di piccole quantità di anidride carbonica. Tutto ciò ha migliorato notevolmente l’efficacia degli elettroinsetticidi contro l’azione delle zanzare.

elettroinsetticida con luce a led

GLI INSETTICIDI ELETTRICI PER L’ESTERNO

I nuovi elettroinsetticidi oltre ad essere utilizzati per l’interno, possono anche essere posizionati all’esterno, specialmente se protetti dalle intemperie da strutture coperte, come patii, terrazze, gazebo.

Per permettere a questi dispositivi di essere funzionanti anche all’esterno, a differenza dei modelli pregressi, i più moderni elettroinsetticidi non hanno le griglie elettriche, ma funzionano per mezzo di ventole aspiranti, dotate di trasformatori con uscite in corrente continua a bassa tensione. Ciò permette loro di avere un’ottima capacità di resistenza all’acqua.

COME POSIZIONARE GLI INSETTICIDI ELETTRICI

elettroinsetticidi

La posizione ideale per gli insetticidi elettrici è ad una distanza di 5 metri dall’abitazione. Tenendo conto del fatto che le zanzare si sviluppano nell’acqua e cercano rifugio in zone ombreggiate, bisognerebbe posizionare i dispositivi elettrici in vicinanza di acque stagnanti e in aree ricche di vegetazione. Con l’arrivo del primo caldo di stagione, si potrebbero utilizzare un diverso numero di apparecchi in una zona delimitata per ottenere un’azione preventiva di contenimento della popolazione d’insetti.

Ogni elettroinsetticida ha un raggio d’azione, dichiarato sulla confezione, che stima l’efficacia del dispositivo a seconda delle dimensioni dell’area esterna in cui intendiamo posizionarlo.

Ad esempio: il Bizan copre un’area di 100 m², il che significa che attira le zanzare su di un’ipotetica area circolare di 100 m² con centro nel dispositivo, che equivale ad una distanza massima di 6 metri. Le indicazioni dell’area di copertura sono necessarie per permettere all’utente di scegliere il dispositivo che meglio si addica alle dimensioni dell’area che ha intenzione di trattare.

GLI ELETTROINSETTICIDI SANDOKAN

Nella foto potete vedere gli Elettroinsetticidi a doppia funzione. Non solo compiono l’azione abbattente contro le zanzare grazie alla potente luce LED, ma possono essere utilizzati anche con il sistema di cattura a colla. Le protezioni possono essere rimosse integralmente, in modo da agevolare la pulizia della griglia elettrificata. Il consumo energetico è stato grandemente ridotto rispetto ad altri dispositivi sul mercato e la corretta gestione dei Led ne assicura una lunga durata. Questi dispositivi possono essere utilizzati anche con gli attrattivi a capsula e con gli attrattivi a piastrine, di cui nel video potete vedere la semplice installazione.

CONSIDERAZIONI

Tutti i modelli sono particolarmente efficaci su distanze ridotte, principalmente per evitare di attirare zanzare che provengano da zone lontane.

Bisogna, inoltre, sottolineare che è inverosimile che tutte le zanzare nell’area d’azione del dispositivo elettronico siano attirate ed eliminate. Infatti, questi insetti ematofagi hanno perfezionato i loro sistemi di localizzazione dell’obiettivo in milioni di anni di evoluzione e sono perfettamente coscienti di quale sia il pasto, vale a dire uomo o animale, e quale sia la macchina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *