Il sole e la luna agli estremi del cielo

Domani, 21 giugno 2016, cade il solstizio d’estate. Il sole arriva a toccare il punto più alto nel cielo, raggiunge cioè il suo apice, e ci regala il giorno di luce più lungo dell’anno. Dopo questa data, l’arco del sole va lentamente a diminuire: descrive una parabola discente e si riducono le ore di luce al giorno. Il sole tocca il suo minimo il 21 dicembre, momento in cui il ciclo ricomincia da capo.

Non ci sarebbe nulla di nuovo, dato che questo fenomeno si ripete ormai da migliaia d’anni, ma stanotte il sole non sarà l’unico protagonista. Quest’anno il solstizio d’estate avverrà in contemporanea ad un altro evento celeste. Infatti, stanotte a 00:34, ora italiana, si presenterà nel cielo anche la “luna di fragola”. Il nome è stato coniato dalle tribù del nord America, Algonquin, che ritenevano il solstizio d’estate il giorno della raccolta delle fragole. L’atmosfera terrestre rifrange la luce come un prisma e lascia passare solo le tonalità calde, donando alla luna questo caratteristico colore arancione-rossastro.

SOLE E LUNA AGLI ANTIPODI

La rarità dell’evento nasce non solo dal fatto che il Sole entri nel suo giorno più lungo, ma soprattutto che la Luna stanotte si trovi nel suo punto più basso: qui la sua luce è costretta ad attraversare un’aria più spessa, consentendole di assumere toni di colore così particolari. L’ultima volta che l’evento ha avuto luogo era il 21 giugno 1967 ed la prossima occasione di rivedere i nostri due giganti del cielo agli antipodi, sarà nel 21 giugno 2062.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *