Prevenire è meglio che grattarsi

Sappiamo cosa provocano le zanzare quando pungono, vale a dire prurito e irritazione cutanea; ma perché hanno bisogno del nostro sangue? Con gli strumenti a nostra disposizione abbiamo imparato molto sul processo di riproduzione delle zanzare e ciò ha portato alla luce una rivoluzione in ambito di prevenzione.

ZANZARE: CONOSCERE PER COMPRENDERE

larvafilm pellicola protezione zanzareLe femmine di zanzara sono ematofaghe, i.e. necessitano di sangue per far maturare le uova. Possono produrre fino a 100 uova, mature in 3/5 giorni, grazie a un singolo pasto, ma solitamente non ne depongono più di qualche decina. Tuttavia, nell’arco dell’estate, favorite dalle alte temperature, possono succedersi diverse generazioni di zanzare.

La madre pone le uova nell’acqua o in punti che ne verranno coperti, ad esempio dalla pioggia. La zanzara comune deposita le uova in qualsiasi tipo di acqua, mentre l’Aedes albopictus, zanzara tigre, che ha dimostrato grande capacità d’adattamento, predilige contenitori, sottovasi, secchi, grondaie, tombini stradali e copertoni. Il periodo d’incubazione varia con la temperatura ed è compreso tra 1 settimana, in piena estate, e 3 settimane. In inverno vivono in uno stato di quiescenza che le porta a sopravvivere fino alla primavera.

Il ciclo vitale avviene in acqua: le uova si schiudono, si creano le larve e attraversano quattro stadi di crescita alternati da quattro stadi di muta. Le larve rimangono attaccate sotto la superficie dell’acqua, dove respirano si nutrono filtrando l’acqua e trattenendo le particelle di materiale organico in sospensione. L’ultima muta dà origine alla pupa che si trasforma nell’esemplare adulto. Dopo circa 48 ore dallo sfarfallamento la zanzara è in grado di accoppiarsi e ricomincia la riproduzione.

DALLA CONOSCENZA NASCE L’ANTILARVALE DI NUOVA GENERAZIONE

larvafilm prevenzione zanzareAcquisite queste informazioni circa il ciclo vitale della zanzara, Sandokan ha ideato un prodotto innovativo atto a prevenire. Larvafilm, Pellicola Protettiva Antilarvale Persistente svolge una semplice funzione: versata nell’acqua infestata dalle larve, crea una sottile pellicola sulla superficie dell’acqua. Questo film siliconico:

  • blocca il passaggio dell’ossigeno atmosferico portando le larve al soffocamento;
  • riduce anche la tensione superficiale dell’acqua impedendo alla zanzara di rimanere attaccata al di sotto della superficie e quindi di affondare e annegare.

È un prodotto unico, non contiene alcuna sostanza chimica tossica ed è eco-friendly; infatti non intacca altri sistemi vitali e preserva la fauna e la flora preesistenti nell’acqua trattata. Indicato per acque ferme e stagnati o da irrigazione, che come abbiamo visto, sono i siti ideali per la deposizione delle uova di zanzara.

Facile da usare, non necessita di particolari attrezzature, basta versare le dosi indicate a seconda della superficie da trattare e in poco tempo la pellicola si espanderà in maniera uniforme in tutta la sua estensione.

I test effettuati secondo le indicazioni del Ministero della Salute sulla Pellicola Protettiva Antilarvale Persistente hanno dimostrato la sua ottima efficacia, sia per la fase larvale che per lo stadio di pupa. Prova anche tu il larvicida che libererà il tuo futuro dalle zanzare!

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *