Le zanzare e la malaria: prevenzione col sapone

La malaria è una delle malattie più pericolose per l’uomo. Ogni anno uccide 1 milione di persone; nel 2015 214 milioni ne sono state colpite. Il sud-est asiatico e l’Africa, in particolare l’Africa sub-sahariana, sono le zone maggiormente infette. Il principale vettore della malaria è la zanzara, quindi la prevenzione contro questo insetto è uno dei principali sistemi di riduzione dell’incidenza della malattia. Tuttavia, non possono essere utilizzati i normali trattamenti larvicidi o i prodotti repellenti, dato che la maggior parte della popolazione africana a rischio di malaria vive sotto la soglia della povertà. Quindi come si può risolvere la situazione?

FASO SOAP: IL SAPONE PER PREVENIRE LA MALARIA

Due studenti africani, Mostar Dembélé e Gérard Niyondiko, dell’Istituito Internazionale d’Ingegneria dell’Acqua e dell’Ambiente, hanno ideato un sistema semplice, ma altrettanto geniale: un sapone repellente. Lo scopo è quello di raggiungere il maggior numero di persone. Infatti, il 95% della popolazione africana utilizza il sapone, e spesso prima di sera, momento in cui le zanzare sono maggiormente attive. Il Faso Soap, come è stato chiamato dagli inventori, ha differenti funzioni:

  1. protegge la pelle per 6 ore dopo l’uso;
  2. può essere usato per lavare i vestiti e renderli repellenti.
  3. l’acqua insaponata ha un effetto larvicida che limita lo sviluppo delle larve.

sapone zanzare prevenzioneAltra caratteristica positiva del Faso Soap è la sua composizione interna: tutti gli ingredienti con cui è stato realizzato, sono naturali e facilmente reperibili nelle regioni Africane, ad esempio burro di karité e olio di cocco per la parte grassa del sapone, citronella e calendula per il repellente attivo.

PREMIO E OBIETTIVI FUTURI

Nel 2013, i realizzatori del Faso Soap hanno partecipato e vinto il concorso indetto dalla Barkley University chiamato Global Social Venture Competition, GSVC. Questa competizione è volta ad aiutare gli imprenditori a trasformare le loro idee in business che abbiano un effetto sociale positivo. Col primo premio hanno ricevuto 25mila dollari, che hanno utilizzato per fare ulteriori test di efficacia del prodotto e la sicurezza per l’uomo. Tuttavia il denaro non è stato sufficiente a ottenere ciò che gli ideatori si sono prefissi: salvare 100.000 persone dalla malaria entro il 2018. Per perseguire questo obiettivo, bisogna realizzare un sapone che:

  • riduca la contaminazione della metà;
  • venga distribuito progressivamente al 40% della popolazione;
  • raggiunga i 6 paesi più colpiti dalla malaria.
sapone prevenzione malaria

100.000 vite – Faso Soap

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *