Creme solari e repellenti: una coppia che scoppia

creme solari o repellenti zanzareNegli ultimi anni, le zanzare sono presenti spesso durante la giornata, perciò si è presentato un dilemma: meglio proteggere la propria pelle dal sole o dalle punture di zanzara? I due aspetti sono di pari importanza, quindi non si può optare per l’una o per l’altra protezione, bisogna trovare un sistema per farle collimare.

Innanzitutto, cosa succede se applichiamo una crema solare in concomitanza ad un repellente per zanzare? Bisogna sapere che quando si adoperano i prodotti contro le scottature, i filtri solari contenuti aumentano la permeabilità cutanea per veicolare meglio i principi attivi: in altre parole, i pori della pelle si dilatano per meglio assorbire la crema protettiva e per schermare con più efficacia i raggi solari. Detto ciò, quando si usano le creme solari, sarebbe meglio applicare dei prodotti repellenti a base di oli naturali. Inoltre, gli spray o le creme per la pelle contro le zanzare a base di DEET (Dietiltoluamide) possono diminuire l’efficacia delle creme solari, rischiando d’incorrere in scottature e ustioni. Allo stesso modo, anche l’efficacia dei prodotti anti-zanzara può essere ridotta dalle creme solari.

linea protezione corpo

C’è dunque una soluzione per evitare sia di scottarsi coi raggi solari, sia di essere punti dalle zanzare? Per proteggere la propria pelle da queste due minacce, è consigliabile usare i repellenti per le zanzare almeno mezz’ora prima o mezz’ora dopo l’applicazione delle creme solari.

SCOPRI COME “SALVARE” LA PELLE DALLE ZANZARE

CON IL NOSTRO E-BOOK GRATUITO !

e-book Sandokan_protezione corpo

3 pensieri su “Creme solari e repellenti: una coppia che scoppia

  1. Indubbiamente miscelare le due cose annulla gli effetti. Magari durante quei 30 minuti di distanza si potrebbero utilizzare, soprattutto se si è in giardino, dei comunissimi odori come gerani, basilico e rosmarino.
    Alcuni hanno anche provato a farsi un mix frullato da spruzzarsi in comoda soluzione spray composta da qualche fetta di cipolla, bucce di limone e succo di aceto.
    Voi cosa ne pensate? Complimenti per il blog.

    • Grazie per il tuo contributo. Sinceramente il mix tra cipolla, limone e aceto ci risulta nuovo! Sarebbe interessante conoscere i dosaggi, per testarne l’efficacia nei nostri laboratori confrontandolo con i nostri repellenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *