Prendiamo per il naso le zanzare!

candele contro zanzare in giardino_SandokanUn altro modo per tenere lontane le zanzare è quello di ingannare il loro senso dell’olfatto, diffondendo nell’ambiente fragranze naturali non gradite alle zanzare. Una strategia che l’uomo utilizza da millenni, raffinata dopo la seconda guerra mondiale dallo sviluppo di un gran numero di molecole di sintesi chimica votate allo stesso impiego.

Una moltitudine sono pure i sistemi per rilasciare nell’ambiente tali sostanze: alle classiche torce, fiaccole e candele, ampiamente diffuse sul mercato, si affiancano incensi e spirali a lenta combustione e una gran varietà di emanatori elettrici.

Ogni prodotto ha sue precise caratteristiche che lo rendono più confacente a determinati tipi d’impiego: ecco come utilizzarle correttamente.

CANDELE E FIACCOLE

candele anti zanzare per esterni_SandokanIn commercio si trovano tantissime candele e fiaccole che rivendicano straordinarie capacità nel tenere alla larga le zanzare, ma l’acquisto va valutato con grande cura. Le candele antizanzare per antonomasia sono le ben note candele alla Citronella, in cui l’olio essenziale deriva dalle graminacee del genere Cymbopogon. Altre essenze utilizzate di frequente sono il geranio (Pelargonium) e l’eucalipto (Eucalyptus). Esistono poi candele e fiaccole contenenti miscele di diversi oli essenziali che coniugano un profumo gradevole a un’elevata efficacia repellente.

Bisogna ricordare che è la quantità di essenza sul totale della candela a determinarne l’efficacia. Più è alta la percentuale di essenza più efficace risulta la candela.

La fiamma di per sé non ha alcuna funzione nel tenere lontano le zanzare e, in realtà, serve solo a far sciogliere la cera. La cera fusa si mantiene alla temperatura di circa 60/70° C e ciò consente la diffusione nell’aria delle essenze che svolgono la vera azione repellente. Per questa ragione le candele cominciano a mostrare il loro effetto solo quando buona parte della cera in superficie si è sciolta. Ricordatevi quindi di accendere le candele nelle zone da proteggere almeno 30 minuti prima di soggiornarvi.

Anche il metodo con cui le essenze sono mescolate alle cere in fase di produzione può influenzare la qualità delle essenze e quindi l’efficacia repellente. È preferibile orientarsi su prodotti miscelati “a freddo” in cui gli estratti vegetali non subiscono modificazioni durante la produzione.

RICONOSCERE LA QUALITA’. Acquistate solo candele con provenienza certa, con qualità certificata e dimostrata efficacia come repellenti, nel rispetto delle normative CE e IFRA. Diffidate da prodotti troppo economici che di solito hanno minime percentuali di essenza e possono produrre fumi pericolosi.

porta essenze_SandokanQUALE CONTENITORE? Fate anche molta attenzione al tipo di recipiente in cui è venduto un prodotto. I contenitori di alluminio si rovinano e si perforano facilmente lasciando uscire parte della cera liquida. Inoltre, quando i recipienti di alluminio cominciamo a svuotarsi, possono essere facilmente mossi e rovesciati dal vento. Anche i vasi in cotto possono trasudare rischiando di rovinare il pavimento su cui sono poggiati. È quindi consigliabile l’utilizzo di prodotti con contenitori in vetro o in ceramica smaltata che possono poi essere riutilizzati acquistando dei ricambi delle cere.

ATTENTI ALLA FIAMMA. Il principale problema di candele e fiaccole è la presenza di fiamme libere. Non devono essere lasciate incustodite durante l’uso e non vanno poste in vicinanza di materiali infiammabili come tende o mobili di legno.

spegni candela_SandokanCOME E QUANDO SPEGNERLE. Per lo spegnimento delle candele è necessario utilizzare un adeguato spegnicandela: soffiando o gettando acqua sullo stoppino si rischia di far fuoriuscire la cera fusa.

Meglio ancora spegnere le fiaccole annegando la fiamma nella cera con un bastoncino per poi riportare immediatamente lo stoppino in posizione verticale. In questo modo si evitano fumo e cattivo odore, inoltre lo stoppino sarà ben cerato e pronto per una nuova accensione.

Non è opportuno lasciare che la cera si consumi completamente perché una volta esaurita svanisce anche l’effetto repellente. Inoltre, le alte temperature che possono raggiungere i portastoppini di metallo rischiano di crepare il recipiente o rovinare la superficie su cui poggia la candela. Per queste ragioni è importante ricordare di spegnere definitivamente le candele quando è ancora presente un residuo di cera di almeno mezzo centimetro.

OGNI CANDELA AL SUO POSTO. Il mercato offre candele di varie forme e dimensioni adatte a diversi utilizzi e ambienti. All’esterno è preferibile l’utilizzo di fiaccole di maggiori dimensioni che emettono un maggiore quantitativo di essenze e durano più a lungo. Per proteggere dalle zanzare un’area come un gazebo, un balcone o una piscina è consigliabile disporle lungo tutto il perimetro a una distanza di 4 o 5 metri l’una dall’altra. Oltre a proteggerci dalle zanzare, queste grosse fiaccole hanno un notevole effetto scenico, soprattutto se accese al crepuscolo o nelle ore notturne. Sono quindi molto indicate per cene e feste all’aperto.

TEA LIGHT_SANDOKANNegli ambienti interni è consigliabile l’impiego di tea light e altre candele di piccole dimensioni. Per tenere le zanzare fuori da una stanza di medie dimensioni sono sufficienti due candele o quattro tea light. Disponendole sui davanzali o sulle soglie delle portefinestre se ne migliora l’efficacia.

LE TORCE A OLIO

torcia a olio_SandokanLe torce a olio arredano gli ambienti esterni e, nello stesso momento, svolgono un’azione deterrente che allontana le zanzare e gli insetti fastidiosi. Il principio attivo contenuto è formato da miscele di diversi oli essenziali che coniugano un profumo gradevole per l’uomo ma nello stesso tempo molto repulsivo per la zanzara.

torcia a olio_SandokanSono disponibili confezioni di ricambio da un litro per rabboccare le torce. Il posizionamento delle torce è importante in quanto l’aroma deve diffondersi negli spazi da difendere.

GLI INCENSI

incensi_SandokanL’impiego degli incensi è un metodo tradizionale antichissimo di difesa dalle zanzare e dagli insetti nocivi in genere. Naturalmente solo gli incensi che rilasciano nell’aria essenze sgradite alle zanzare sono in grado di tenerle lontane. Poiché l’odore che emanano è piuttosto intenso, sono destinati principalmente a un uso all’esterno delle abitazioni.

L’utilizzo degli incensi è certamente un modo originale ed elegante di allontanare le zanzare, ma col buio l’effetto scenico non è paragonabile a quello delle fiaccole o delle candele più grandi. È consigliabile accenderli di giorno per tenere lontano le Zanzare Tigre da balconi, solarium, piscine, ecc.

Anche se non ci sono fiamme libere, la brace può costituire un pericolo: non lasciare incustoditi, non usare in vicinanza di materiali infiammabili e spegnere con cura. Controllate bene nell’etichetta che non contengano insetticidi e scegliete sempre prodotti con certificazione CE.

LE SPIRALI ANTIZANZARA

spirali_SandokanLa forma delle spirali antizanzara è sempre quella dei ben noti zampironi, ma le sostanze repellenti emesse si sono evolute con gli anni. Molti prodotti moderni funzionano rilasciando nell’ambiente minime quantità di piretrodi, sostanze che già a bassissime concentrazioni sono estremamente sgradite alla Zanzara Tigre e alle zanzare comuni.

Le spirali sono economiche, poco ingombranti, leggere e facili da trasportare, sono quindi molto adatte a tutte quelle occasioni in cui, lontani da casa, non abbiamo a disposizione la corrente elettrica (picnic, campeggio e così via).

Come gli incensi anche le spirali sono destinate esclusivamente a un impiego all’esterno. Sul mercato si trovano diffusori in terracotta che, oltre a raccogliere la cenere e a proteggere dalla brace bambini e animali domestici, sono anche elementi di arredo gradevoli per la veranda o il giardino. I diffusori prolungano anche il tempo di combustione, soprattutto nelle giornate ventose.

Scopri come eliminare le zanzare all’interno della casa, con il nostro e-book gratuito !

rimedi zanzare Sandokan

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>